· 

Castagnata 2013

La nostra tradizionale Castagnata, l‘8 novembre 2013, nella sala parrocchiale San Martino a San Gallo - Bruggen, stava sotto il motto „Saluti dal Ticino“. Tutti gradiscono ricevere della cartoline illustrate da amici, conoscenti e familiari. Ma che ne facciamo dopo averle letto? Le mettiamo in una cassettina, in uno scrignetto o in un portagioie, come l‘hanno già fatto i nostri anteriori. Cristina Binggeli, la nostra brava e eccellente moderatrice già da dieci anni, ha frugato nello sgabuzzino, è inciampata nella roba vecchia abbandonata e ha infine trovato la cassettina con le cartoline. Tutti gli oggetti e tutte le cartoline sono testimoni e ricordi di persone care, di avvenimenti lieti o tristi, di paesaggi e villaggi che ci fanno sentire la nostalgia. C‘è la lanterna del nostro caro Cesare Ferrari indimenticabile, il marito di Verena, che avrebbe potuto festeggiare proprio oggi il suo 80mo compleanno. C‘è la cartolina, scritta da un giovane soldato della Svizzera tedesca alla sua fidanzata, conosciuta durante il suo servizio miliatre nel Ticino. Questo soldato di allora non era nientemeno che il papà del nostro presidente Gianni Looser e la bella Ticinella, la sua mamma. Dall‘incontro alla stazione di Bellinzona risultava un matrimonio felice. Il piccolo Gianni ne era il discendente. Cresciuto nelle due culture, lingue e tradizioni, è predestinato alla presidenza della Corale Pro Ticino di San Gallo.

 

Anche le nostre canzoni erano in un certo senso cartoline canore, illustrando tutto il summenzionato. Il nostro maestro, Claudio Ambrosi, illustra però tramite i suoi famosi arrangiamenti dei tradizionali, l‘accompagnamento artistico e lo studio intenso e paziente durante le prove. Così diventano anche i tradizionali, ben conosciuti, opere d‘arte, apprezzate dagli ascoltatori. Apprezzati sono anche stati Heidi e Hansueli Etter, Elda Morosi, Yvette Neuenschwander e Silvia Ochsner che sono entrati per rinforzare con la loro voce la nostra corale proprio per la castagnata. Li ringraziamo cordialmente. Il cantare con noi li ha fatto evidentemente piacere. Forse li possiamo salutre anche alle prossime prove.

 

La decorazione della sala e delle tavole, la presentazione sul palcoscenico, i marroni, i panini, i dolci, il vino, il caffè, la tombola ed il ballo sono godimenti sensuali e percettibili da tutti. Le preparazioni, la logistica, la pulizia e tanti altri lavori sono invisibili e si svolgono al nascosto del pubblico. Elencare tutti i collaboratori e le persone che hanno contributo con il loro servizio, non meno prezioso, al successo della castagnata, non è possibile, ma tutti meritano un ringraziamento sincero.

 

Marianne Racine